Fidelis Andria 1-0 FBC Gravina | Tabellino e commento

Fidelis Andria 1-0 FBC Gravina

Fidelis Andria 1-0 FBC Gravina – Serie D/H 10^ Gta – Mer 06/01/2021 14:30 – Stadio “Degli Ulivi”, Andria

Fidelis Andria … 1

(3-4-2-1) Anatrella; Lacassia, Fontana, Venturini; Avantaggiato (84′ Mariano), Manzo, Bolognese (68′ Monaco), Carullo; Cerone (89′ Russo), Prinari (60′ Clemente); Cristaldi (75′ Scaringella). A disp: Petrarca, Tutino, Dipinto, Frisenda. All: Panarelli.

FBC Gravina …. 0

(3-5-2) Martellone; Gilli, Perez, Dentamaro; Chiaradia, Correnti, Vicedomini, Mady (75′ Bisconti), Messori (83′ Moretti); Daddabbo, Gjonaj. A disp: Pagkratis, Panebianco, Tortora, Dimartino, Ben Khalek, Ficara, Nicoletti. All: Gaburro.

Goal: 45’+1 Cristaldi rig. (FA).

Ammoniti: 33′ Messori (GR), 38′ Vicedomini (GR), 45′ Gigli (GR); Prinari (FA), 57′ Manzo (FA), 89′ Lacassia (FA), 91′ Dentamaro (GR).

Arbitro: Marco Russo di Torre Annunziata.

Note: Gara a porte chiuse.

 

La Fidelis Andria inizia bene l’anno con una vittoria di misura sul Gravina grazie ad un rigore procurato e trasformato da Cristaldi a fine primo tempo. Da rivedere la prestazione e la manovra troppo caotica e imprecisa.

Gara difficile contro un Gravina ben messo in campo dal nuovo tecnico Gaburro. L’aggressività dei murgiani mette in crisi la manovra dei biancazzurri che sembrano essere troppo compassati. Dopo i rinforzi del calcio mercato, si ha come la sensazione che i ragazzi di Mr Panarelli siano scesi in campo con la convinzione di poter tranquillamente gestire il match visto l’aumento di tasso tecnico. Ma la realtà è un’altra.

Il primo tempo scorre con un Gravina per due o tre volte molto vicino al gol, e una Fidelis Andria incapace di impostare, con Cristaldi lasciato troppo solo li davanti, e troppi errori in fase di disimpegno che creano nette palle gol per gli avversari.

Dopo aver rischiato più volte, anche se la difesa ha dato l’impressione di reggere bene la pressino del Gravina, un lampo di Cristaldi cambia le sorti del match nel primo minuto di recupero della prima frazione di gioco. Manzo ruba palla a centrocampo, sulla trequarti Cerone vede Cristaldi attaccare la profondità, palla per l’attaccante argentino che in area con un tocco salta il difensore avversario mandandolo fuori tempo, piede agganciato e rigore netto. Lo stesso Tanque va sul dischetto: palla a sinistra portiere a destra. 1 a 0 e tutti negli spogliatoi.

Siamo sempre più convinti che si parli troppo poco dell’attaccante argentino. Forse poco vistoso e non molto prolifico, ma il lavoro sporco che fa è enorme e non è da sottovalutare la componente tecnica. Con quella sterzata in area, merce rada in Serie D, Cristaldi si è letteralmente “inventato” i 3 punti. Vamos!

Il secondo tempo continua sulla falsa riga del primo. Gravina sempre aggressivo e Fidelis Andria che cerca di sfruttare le ripartenze. Prinari troppo nervoso e già ammonito viene sostituito, Avantaggiato passa a sinistra dove è nettamente più pericoloso. Prima calibra un cross al bacio per la testa di Cerone che ci arriva… ma non troppo. Poi conclusione personale a giro col portiere murgiano che si supera deviando in corner.

I tre nuovi arrivati fanno il loro esordio e il fatto che Panarelli abbia scelte over in panchina è una bella notizia. Il Gravina continua a spingere ma in maniera meno incisiva del primo tempo, fatto salvo per una conclusione ravvicinata di D’Addabbo. Poi sul finire è ancor Cerone ad avere sui piedi la palla del raddoppio: cross dalla trequarti di Carullo, l’attaccante romano interviene in spaccata ma la palla colpisce il palo prima di finire tra le braccia del portiere del Gravina.

Tre punti importanti nonostante la prova tra luci ed ombre. Ora si tornerà in campo tra una decina di giorni ancora al Degli Ulivi contro il Nardo’, visto che la gara di domenica 10 gennaio allo Iacovone sarà quasi sicuramente rinviata causa Covid su richiesta del Taranto.

Clicca qui per visualizzare la classifica aggiornata del Girone H