Audace Cerignola 1-1 Fidelis Andria: la vittoria nel derby sfuma nel finale

Audace Cerignola 1-1 Fidelis Andria

Questi ragazzi vanno solo elogiati per l’impegno che ci mettono nel sudare e onorare la maglia della Fidelis Andria. Il derby è stato duro, il Cerignola è squadra costruita per vincere a mani passe il campionato e si è visto. Per questo un punto in trasferta è oro che cola. Ma con un pizzico di esperienza in più quel gol nel finale forse si sarebbe potuto evitare.





Questi ragazzi vanno solo elogiati per l’impegno che ci mettono nel sudare e onorare la maglia della Fidelis Andria. Il derby è stato duro, il Cerignola è squadra costruita per vincere a mani passe il campionato e si è visto. Per questo un punto in trasferta è oro che cola!

Dopo la tanta sofferenza nei primi 20 minuti di gara, in cui i ragazzi di Mr Potenza non sono scesi in campo sembrando impauriti dalla forza d’urto di Lattanzio&Co, nella fase centrale del match la Fidelis ha preso le misure agli avversari, passando in vantaggio con una perfetta verticalizzazione di Piperis per Cristaldi (al 5° centro stagionale), che scattando dalla destra sul filo dell’offside, trafigge Abagnale dopo la prima respinta dell’estremo difensore ofantino.

0-1 al Monterisi al 61′ e già si pregustava il colpaccio e magari, con un pizzico di esperienza, in più quel gol nel finale forse si sarebbe potuto evitare.

Esperienza che è mancata a Zinfollino nel non uscire in occasione del gol o nel prendere con le mani quel presunto retropassaggio di Calì. Ma la stessa “gioventù” del portiere andriese in altri casi ci ha salvato. Quindi non c’è niente da recriminare in tal senso.

La squadra è giovane e siamo contenti di cio’ perchè dopo tanto torniamo a divertirci.

Ma la faccia di Mr Potenza nel post-gara la dice lunga: un misto di soddisfazione e rabbia, perchè un punto a Cerignola quest’anno non si rifiuta, anche viste le tante occasioni sbagliate dagli ofantini, ma siccome nel calcio non si vince ai punti, l’amaro in bocca per il gol del pareggio a 4 minuti dalla fine resta.

Per fortuna o purtroppo non c’è tempo per rimuginarci su. Mercoledì si riscende in campo per un altro derby, questa volta al Degli Ulivi contro il Bitonto, in un altro scontro d’alta classifica. Rimbocchiamoci le maniche, recuperiamo in fretta le forze e sosteniamo questa squadra che ci mette l’anima in campo, nonostante qualche piccolo peccato di gioventù.

Forza Fidelis Andria!