2 Settembre 2018: la nuova rinascita della Fidelis Andria

Fidelis Andria 2018: la terza rinascita!
Il 2 Settembre di 26 anni fa, era il 1992, la Fidelis Andria di Mastini&Co affrontava in nottura al San Nicola di Bari la Juventus del Trap (Baggio-Vialli-ecc ecc), in quella che è stata molto probabilmente la serata più magica della storia della Fidelis. Oggi 2 Settembre 2018 la Fidelis rinasce, sempre in un match di Coppa Italia, questa volta di Serie D, ma si sa… per chi ama la Fidelis e il calcio, la categoria è un dettaglio! 



Il 2 Settembre di 26 anni fa, era il 1992, la Fidelis Andria di Mastini&Co affrontava in nottura al San Nicola di Bari la Juventus del Trap (Baggio-Vialli-ecc ecc), in quella che è stata molto probabilmente la serata più magica della storia della Fidelis.

1-1 il risultato finale con Insanguine che, magistralmente lanciato da Mastini, al 90° pareggia i conti rispondendo allo straordinario gol su punizione di un certo Roberto Baggio.

Oggi 2 Settembre 2018 la Fidelis Andria rinasce, sempre in un match di Coppa Italia, questa volta di Serie D, ma si sa… per chi ama la Fidelis e il calcio, la categoria è un dettaglio!

Una Fidelis 3.0, alla sua terza vita dopo quella originaria che ha avuto inizio nel 1971, poi la seconda della scalata dall’Eccellenza alla Serie C, ed ora la terza con ripartenza dalla Serie D. Daltronde il leone è un felino, e forse anche lui come un gatto ha sette vite. Noi siamo alla terza… cerchiamo di usare al meglio quelle che ci restano!

Purtorppo il calcio non è più quello di una volta. Tutti questi fallimenti e tribolazioni fanno male non solo al calcio stesso ma anche a chi vive di passione calcistica. Che sia Serie A o Serie D poco importa a chi è cresciuto con addosso i colori della sua squadra, della sua città natale. Perché? Perché il calcio di certo non è tutto, ma di certo come diceva il poeta e giornalista argentino Osvaldo Soriano

Il calcio ha le sue ragioni misteriose che la ragione non conosce.

In bocca al lupo alla nuova società, nella speranza che “l’andriesità” possa essere questa volta il valore aggiunto, sinonimo di garanzia e tutela del patrimonio calcistico della comunità andriese.

Ancora una volta Forza Fidelis!