La Fidelis Andria ritrova se stessa imponendosi per 2 a 0 a Francavilla contro la Virtus. Ultime quattro gare fondamentali per il Playoff

Virtus Francavilla 0-2 Fidelis Andria 09.04.2017

Photo credits: fidelisandria.it

Dopo le quattro sconfitte consecutive, la Fidelis Andria ritrova se stessa proprio nei due difficili turni consecutivi in trasferta, pareggiando a reti inviolate a Matera e poi imponendosi nettamente per 2 a 0 contro la sorpresa Virtus Francavilla. Ora ultime quattro gare fondamentali per la corsa Playoff.

In pochi avrebbero creduto che la Fidelis Andria, dopo le quattro sconfitte di fila contro Cosenza Siracusa Vibonese e Messina, avrebbe ritrovato la proopria rotta ed la propria identità proprio nel doppio turno in trasferta nell’arco di quattro giorni, contro le quotate Matera e Virtus Francavilla, pareggiando a reti binche in lucania e imponendosi con un netto 2 a 0 in casa dei brindisini.

Nelle quattro sconfitte di fila, la formazione di Mr Favarin ha mostrato tutti i limiti di una squadra senza altrernative all’altezza e che non ha saputo sopperire alle tante assenze per infortunio o squalifica. Assenze importanti che hanno influito soprattutto da un punto di vista mentale sulla Fidelis, che più per distrazioni che per demeriti, ha subito quattro confitte evitabilissime e determinate da evidenti cali di tensione.

Su tutte la sconfitta all’87esimo a Vibo Valentia, ma anche quelle casalinghe per 1 a 0 contro Siracusa prima e Messina poi, hanno dimostrato come ad una rosa decimata e priva di idee sia bastato un calo di concentrazione nella prima frazione, per soccombere ad avversari tutt’altro che entusiasmanti.

A Matera e Francavilla, è bastato invece qualche rientro e un approccio più convinto al match, per fornire prove di spessore e soprattutto utili per la classifica e la corsa playoff. Al XI Settembre, così come lo scorso anno, una difesa rocciosa e un’ottima fase difensiva, sono riuscite ad imbrigliare il forte attacco materano, mentre contro la Virtus un approccio finalmente grintoso e una inaspettata cinicità, hanno permesso alla Fidelis di portare a casa 3 punti fondamentali sanciti da un netto 2 a 0.

La vittoria di Francavilla Fontana oltre ad essere importante per la classifica, sancisce anche il ritorno al gol della Fidelis Andria dopo ben quattro turni di astinenza, ed il ritorno al gol degli attaccanti, nell’occasione Cianci al 15′ e Croce al 39′, i quali non andavano a segno rispettivamente da ben 9 e 6 giornate. Che non sia un buon auspicio per i restanti quattro turni di campionato?

Alla Fidelis Andria manca solo 1 punto per conquistare la matematica salvezza, il che con quattro turni da giocare non sembra impresa impossibile. Ma al di là di questo obiettivo comunque da tempo “raggiunto”, è ovvio che il vero obiettivo stagionale sia la conquista dei Playoff, la cui griglia di partenza è tutt’altro che decisa.

Innanzitutto l’ormai scontata vittoria nel Girone A da parte del Venezia (manca solo un punto ai lagunari per festeggiare la promozione diretta in cadetteria) permetterebbe all’altra finalista di Coppa Italia, ovvero al Matera, di accedere direttamente alle seconda fare dei Playoff consentendo di conseguenza al Girone C di aumentare di un’unità le sue partecipanti ai Playoff.

Considerando la classifica odierna, e ipotizzando quindi la vittoria finale del Foggia, il passaggio diretto al secondo turno di Playoff al Lecce e al Matera appunto, al primo turno parteciperebbero le formazioni dalla 4a alla 11a posizione. La Fidelis salvo nuove crisi identitarie, dovrebbe esserci tranquillamente dentro in una posistione ad oggi tra la nona e la decima, destinata quindi ad affrontare lo scontro diretto del primo turno in trasferta, con l’obbligo di vincere nell’arco dei 90′ regolamentari per passare il turno.

Per avere al contrario il vantaggio del campo e il non trascurabile vantaggio del passaggio del turno in caso di pareggio in virtù del migliore piazzamento in  classifica al termine della stagione regolare, la Fidelis Andria dovrebbe cercare di rincorrere il Cosenza a 3 punti di distanza e ad oggi ultima formazione col vantaggio del campo nei playoff. Ma in tal senso oltre ai silani stessi, anche l’agguerrita concorrenza di Paganese e Casertana non rendono questa un’impresa cosa facile.

Staremo a vedere, di certo l’importante per il momento è centrare i Playoff e per farlo non si può più sbagliare. Il pericolo rimonta delle avversarie è dietro l’angolo, e in tal senso una vittoria nel turno pre-pasquale di sabato prossimo al Degli Ulivi contro il Fondi, potrebbe definitivamente eliminare una concorrente dalla corsa Playoff, oltre che migliorare la classifica della Fidelis!