Squalifica Degli Ulivi: giudizio rimandato alla Procura Federale. Intanto Fidelis Andria v Puteolana a porte aperte

Il giudizio sul ricorso presentato dalla Fidelis Andria alla Corte Sportiva d’Appello contro la squalifica del Degli Ulivi è stato sospeso. Sarà la Procura Federale a decidere.

afb_porte_aperte_fidelis_andria

Tutti noi tifosi della Fidelis eravamo ieri in attesa del responso della Corte Sportiva d’Appello della F.I.G.C. in merito al ricorso presentato dalla Fidelis Andria contro la decisione del Giudice Sportivo di squalificare il Degli Ulivi per una giornata, in seguito a riportato da un Assistente di Gara nel proprio referto post-Taranto, ovvero l’aver sentito “cori” razzisti indirizzati verso un giocatore del jonico (leggi qui la notizia).

Ora tutti sappiamo quanto realmente successo, ovvero che di tali cori al Degli Ulivi non vi è stata presenza, e che se qualcuno possa aver indirizzato individualmente frasi ingiuriose e razziste a qualcuno, atto assolutamente deplorevole e meschino che qui su AndriaFidelisBlog condanniamo senza se e senza ma, di certo ciò non può essere assimilato ad un coro, che di per sé prevede la partecipazione di almeno due individui!

Detto ciò, ci preme far chiarezza sulla decisione della Corte Sportiva d’Appello e sulla conseguente squalifica o meno del Degli Ulivi. Infatti, dopo le prime indiscrezioni di ieri pomeriggio pubblicate sulla pagina Facebook della Fidelis Andria (leggi qui la notizia), e riguardanti la regolare disputa a porte aperte del match di domenica prossima contro la Puteolana, va però precisato che ciò non vuol assolutamente dire che il ricorso sia stato accettato.

Infatti leggendo l’Ordinanza Istruttoria della C.S.A., si evince come tale giudizio è stato momentaneamente sospeso e rimandato ad un secondo livello di giudizio, ovvero alla Procura Federale.

Ecco qui di seguito il testo integrale della decisione del 2° Collegio della III Sezione della Corte Sportiva d’Appello (Comunicato Ufficiale N. 025/CSA – 2014/2015):

“4. RICORSO S.S.D. FIDELIS ANDRIA 1928 S.R.L AVVERSO LE SANZIONI:

– OBBLIGO DI DISPUTA 1 GARA A PORTE CHIUSE;
– AMMENDA DI € 2.500,00,

INFLITTE SEGUITO GARA FIDELIS ANDRIA/TARANTO FOOTBALL CLUB 1927 DEL 16.11.2014 (Delibera del Giudice Sportivo presso il Dipartimento Interregionale – Com. Uff. n. 51 del 19.11.2014)

ORDINANZA ISTRUTTORIA

La C.S.A., ritenuta la necessità al fine di decidere, di accertare il carattere diffusivo o meno delle percezioni refertate dall’Assistente di gara, dispone l’invio degli atti alla Procura Federale, per gli accertamenti del caso. Dispone nelle more, la sospensione del giudizio e delle sanzioni.”

Ora, è tutto ciò positivo o no per la Fidelis?

Di certo vi è la volontà del C.S.A. di approfondire quanto avvenuto ad Degli Ulivi il 16 novembre e in qualche modo mettere in dubbio il referto dell’Assistente di Gara, in quanto i fatti contestati non sono così evidenti. Il rischio però è che ovviamente la Corte Federale possa convalidare la decisione del Giudice Sportivo e che di conseguenza la gara che la Fidelis Andria disputerebbe a porte chiuse potrebbe essere quella ben più importante contro la Cavese.

Certo è una considerazione pessimistica, ma anche reale, perché comunque per il momento non siamo ancora stati assolti!

 

Potrebbe anche interessarti:

Hai trovato questa notizia interessante? Condividila sui Social Network…