Carrarese 0-0 Andria | Punto guadagnato o due punti persi?

afb_carrarese_andria_tb

afb_carrarese_andria_h

Carrarese-Andria è finita da poco, il pareggio a reti bianche lascia un pò perplessi (guarda il video del match). Di sicuro questo o a o contro l’ultima in classifica non entusiasma, ma a pensarci bene poteva essere un risultato abbastanza prevedibile guardando a quello che è il cammino della squadra di Mr Cosco in questo girone di ritorno.

La solidità difensiva azzurra è cosa abbastanza risaputa e i soli 7 gol subiti in queste 11 gare del girone di ritorno lo dimostramo. Ma è altrettanto nota la sua scarsa prolificità in attacco con soli 5 gol realizzati nel girone di ritorno, con soli 4 gol messi a segno in casa e addirittura solo uno lontano dal Degli Ulivi. Questo per dire che lo 0 a 0 poteva anche essere prevedibile, ma la domanda che io personalmente mi pongo, e a cui ho già accennata nel commento alla gara nel post dedicato agli Aggiornamenti Live! del match odierno, è la seguente: può un solo punto conquistato contro l’ultima in classifica, seppur in trasferta, essere considerato un risultato positivo per quest’Andria alla disperata ricerca di punti salvezza?

Per dare una risposta a quest’interrogativo voglio essere il più asettico possibile, quindi mi affiderò ai freddi e spietati numeri. Prima della gara odierna a Carrara l’Andria era al quartultimo posto in classifica con 28 punti, il Viareggio a quota 30, mentre la zona salvezza, rappresentata dal gruppo costituito da Catanzaro, Gubbio, Paganese e Prato, era quattro punti di distanza.

Dopo il pareggio odierno e i risultati delle sue dirette avversarie, l’Andria si trova sempre al quartultimo posto ma con 29 punti, rosicando sia un punticino al Viarreggio, quest’oggi sconfitto in casa dalla Nocerina, sia al Gubbio a quota a 32 punti, che perdendo nell’anticipo di Venerdì scorso contro l’Avellino, lascia ferma quota salvezza a 32 punti. Nel contempo Prato e Catanzaro pareggiando tra di loro per 0 a 0 e mantengono invariato il loro divario nei nostri confronti, ovvero tenendosi a quattro punti di distanza, mentre la Paganese, nostra prossima avversaria, allunga dopo la vittoria contro il Barletta.

Quindi un punto guadagnato quello di oggi? Io personalmente non sono così entusiasta, sia perchè le gare a disposizione per recuperare si riducono e sia perchè oggi a Carrara si doveva vincere contro l’ultima in classifica che ben poco ha fatto durante tutto il match, salvo poi sfiorare il colpaccio sul finale. Le cronache dicono che l’Andria ha giocato meglio e avuto più opportunità per segnare, ma i numeri enunciati prima a proposito della nostra scarsa propensione alla rete la dice lunga. Se non segni non vinci, e da questa regola così basilare non si scappa! Forse l’unica attenuante sono i tanti titolari assenti. Speriamo di recuperarli tutti tra sette giorni.

Come siamo messi allora? Certo non bene visto che dobbiamo inseguire, ma sono sicuro che le nostre avversarie comincino a sentire in nostro fiato sul collo. Più chiara sarà la situazione dopo domenica prossima. Noi affronteremo in casa la Paganese, che con la vittoria di oggi si è decisamente allontanata dalla zona rossa, ma interessanti saranno gli incroci che ci riguardano come Barletta-Prato e Catanzaro-Carrarese, ma anche Nocerina-Gubbio e il derby Pisa-Viareggio.

Insomma i giochi non sono ancora fatti e la lotta salvezza di quest’anno è davvero interessante, ma noi abbiamo l’obbligo di continuare la nostra striscia positiva, che ormai dura da ben sette gare, tornando sin da subito alla vittoria per questa volata finale. Io ci credo nella salvezza diretta e anche per questa ragione nonostante la distanza, già da una settimana ho un posto in treno prenotato per il prossimo weekend, per non perdermi il fondamentale Andria-Paganese di domenica prossima!

(Le immagini presenti nel post sono tratte da www.gradinatabaffo.it)

 

Cosa ne pensi? Esprimi il tuo parere commentando il post.

Gli ultimi post:

[post_list name=”simpleAttachmentList_10″]