Andria 0-0 Barletta | La paura di vincere blocca l’Andria e la zona salvezza si allontana

Dire che me lo sentivo potrà sembrare inutile e fin troppo facile a giochi fatti, ma questo scialbo 0 a 0 nel Derby tra Andria e Barletta non mi ha sorpreso più di tanto. Un pò era nell’aria, ma il modo in cui è maturato mi ha sinceramente lasciato perplesso.

Si sa che un Derby è una partita a sè, e inoltre ritengo che il Barletta sia tutto sommato una squadra quadrata nonostante la sua posizione in classifica. Ma solo quadrata, niente di più! Per tate ragione giustificare il brutto primo tempo giocato dai nostri del Derby casalingo è alquanto difficile. Forse ha ragione Innocenti quando dice:

“Il Barletta aveva a disposizione due risultati su tre, noi invece siamo stati frenati dalla preoccupazione di dover vincere.”

Sicuramente Innocenti ha ragione, e di sicuro il Barletta nella prima frazione ha messo in campo quella grinta da ultima spiaggia, da o la va o la spacca, risultando ben più determinata a far suoi i 3 punti rispetto agli uomini di Mr Cosco. E per poco non ci riusciva. Sì lo so che nel secondo tempo abbiam preso quella clamorosa traversa con Taormina, ma voglio proprio vedere cosa sarebbe successo se Rossi nel primo tempo non avesse salvato il risultato con quell’uscita alla disperata su Simoncelli lanciato a rete.

Ma non è solo quell’episodio a dover far suonare un sonoro campanello d’allarme in vista delle restanti 6 partite de
lla stagione. Infatti il modo con cui l’attacco Barlettano ha costantemente insidiato la retroguardia Andriese, arrivando costantemente dinnanzi a Rossi, non promette nulla di buono. Inoltre i dodici, e dico dodici, calci d’angolo concessi agli avversari sul nostro campo, sono indice della costante pressione subita dalla difesa azzurra.

Può sembrare pessimistico tutto ciò, ma le cose vanno dette chiaramente e per tempo, e non quando è troppo tardi. Nascondere i problemi non ha senso e soprattutto non fa il bene della squadra. Se è vero che a Latina abbiamo sfoggiato una prova di carattere, la scialba prestazione interna nel Derby, solo parzialmente migliorata nel secondo tempo, fa capire che si deve subito correre ai ripari. Ritengo che l’aspetto su cui più lavorare in settimana in vista della fondamentale gara al Degli Ulivi contro il Viareggio, sia l’attacco più che la difesa.Il miglior difesa è l’attacco, perciò è cruciale cominciare a far gol, e i gol che potremo mettere a segno nelle prossime 6 gare, considerando che affronteremo molte delle nostre dirette avversarie, saranno gol pesantissimi.

La cosa positiva è che facciamo punti da cinque gare, ma sembra proprio che la pareggite ci abbia veramente assalito. Ma Domenica prossima, più che mai, sarà tempo di tornare a vincere. Non fare punteggio pieno contro il Viareggio vorrà dire continuare a restare a cinque punti dalla salvezza con solo altre cinque gare da disputare… una mezza sentenza insomma! Vincere invece contro i Toscani significa invece portare la salvezza a 2 punti e con lo scontro diretto contro la Paganese da giocare in casa.

Credo non ci sia bisogno di altre analisi per capire quanto fondamentale per tutta la stagione sarà Andria-Viareggio di domenica prossima. Quindi rimbocchiamoci le maniche e Forza Andria!

(Le immagini presenti nel post sono tratte da www.andriaviva.it)

 

Cosa ne pensi? Esprimi il tuo parere commentando il post.

Gli ultimi post:

[post_list name=”simpleAttachmentList_10″]