Andria 2-0 Prato | Allenarsi a calciare i rigori: fatto! L’Andria saluta il 2012 con due rigori di Innocenti

afb_andria_prato_h

Evidentemente si sono allenati questa settimana. Già, devono proprio essersi allenati a calciare i rigori!

Dopo tre rigori consecutivi sbagliati, o perchè calciati in curva o perchè parati dai portieri avversari, gettando al vento due punti a Pagani ed altrettanti a Gubbio, Andria-Prato di quest’oggi termina 2 a 0 grazie a due rigori concessi agli uomini di Mr Cosco sul finire del primo tempo.

Com’è andata? Semplice: l’arbitro al 43′ fischia un calcio di rigore all’Andria per atterramento in area di Innocenti. A quel punto immagino che tutti gli occhi del Degli Ulivi si siano fiondati su Maccan, che opportunamente lascia la scena allo stesso Innocenti, già con un rigore sbagliato all’attivo quest’anno, il quale udite udite insacca spiazzando il portiere! Ma no, tutto da rifare, l’arbitro fa ripetere. Troppo bello per essere vero. Innocenti nuovamente contro Layeni: il nostro centravanti cambia l’angolo, il portiere pratese intuisce ma non è sufficiente. L’Andria è in vataggio su rigore… da non crederci!

E poi? Mbè, ovvio che lo stupore era generale e forse il primo stupito ero lo stesso arbitro, che incredulo di quanto appena successo, gli avevano infatti raccontato che l’Andria i rigori gli sbaglia, voleva vederci chiaro, e così dopo solo 2 giri di lancette vuole fare la prova del nove ai rigoristi dell’Andria e così fischia un altro rigore, tanto per vedere se stesse sognando. Il copione si ripete, Innocenti sul dischetto ed è nuovamente gol. Due rigori su due messi a segno dagli azzurri, dallo stesso giocatore per giunta… ed ecco che l’Andria ha finalmente il suo rigorista ufficiale! Doppio fischio e tutti negli spogliatoi per l’intervallo.

Quello che succede dopo ha poco significato. Sì ci sono stati altri 45 minuti di gioco, ma dopo due rigori segnati in una sola partita, nel solo primo tempo e nel giro di soli due minuti, nulla avrebbe potuto avere più importanza, nulla poteva rovinare la festa! Tutti erano già con la testa alle vacanze natalizie.

Nel post partita Innocenti ha così dichiarato:

Nessuno ne parlava, ma sbagliare tre rigori su quattro per la squadra era diventata una questione psicologica delicata. Oggi, da questo punto di vista, è andata bene e sono contento perchè i goal arrivati da calcio di rigore sono serviti per questa fondamentale vittoria. Era una gara troppo importante per noi, il mister ci aveva ribadito che queste ultime gare, e soprattutto quella odierna, sarebbero state importantissime per il proseguo della stagione. Questa vittoria ci da continuità nei risultati e dimostra che la squadra, nonostante i tanti problemi iniziali per fortuna superati, è riuscita sul campo a fare ben 19 punti.

Scherzi a parte l’anno è finito nel migliore dei modi, con una vittoria, ma solo con la seconda vittoria casalinga di tutto il girone d’andata, un pò pochino non trovate?

Diciamo che questa prima metà di campionato ha messo in luce una squadra dal cammino casalingo e da trasferta pressocchè identico. Nove punti conquistati in casa e dieci in trasferta, dove però si è giocata una gara in più. Due vittorie, tre pareggi e due sconfitte al Degli Ulivi con sette gol fatti e sette subiti, due vittorie, quattro pareggi e due sconfitte con otto gol fatti e altrettanti subiti lontano da casa.

Buoni propositi per l’anno nuovo? Continuare a vincere in casa sin dalla gara interna del 6 Gennaio contro la Nocerina. Già Gennaio… ovvero riapertura del mercato, e credo che le novità non mancheranno. Certo alcune posizioni saranno da valutare, vedi il caso Mascolo, ma spero che in generale si potrà parlare di novità positive e non si svendita dei pezzi pregiati.

Forza Andria e buone feste a tutti!

(Le immagini presenti nel post sono tratte da www.domaniandriese.it e www.andriaviva.it)

 

Cosa ne pensi? Esprimi il tuo parere commentando il post.

Gli ultimi post:

[post_list name=”simpleAttachmentList_10″]