Frosinone 2-1 Andria | Rigore inventato, stupore generale e l’Andria torna sconfitta da Frosinone

Il gol del vantaggio dei Ciociari. (Fonte immagine www.frosinonecalcio.com)

Perdere a Frosinone? Lo si poteva anche preventivare vista la forza degli avversari e il nostro ritardo di preparazione. Se però le gambe reggono, così come anche evidenziato dichiarato a fine match da Mr Cosco:

La nota positiva è che sul piano fisico siamo stati all’altezza della situazione dall’inizio sino alla fine, segno evidente di un miglioramento della condizione fisica

e si perde a causa di un rigore letteralmente inventato al 4′ del secondo tempo, fa faccenda fa sinceramente… rosicare!

Il gol del vantaggio dei Ciociari. (Fonte immagine www.frosinonecalcio.com)

Il Matusa di Frosinone era e resta un campo tradizionalmente ostico per l’Andria. Come lo scorso anno infatti usciamo sconfitti dallo stadio Ciociaro per un solo gol di scarto (qualche mese fa fu un 1 a 0 a condannarci), ma questa volta ritengo che si possa veramente recriminare, non tanto per quanto riguarda il gioco, ma perchè il calcio è anche fatto di circostanze, e se ti fischiano contro un rigore inesistente, è anche lecito recriminare.

Infatti, quanto ad inizio ripresa il Sig. Abisso di Palermo, in maniera “alquanto bizzarra” ritiene da rigore l’intervento di Innocenti in area su Ganci, peraltro in posizione defilata, sugli sviluppi di un fallo laterale, sorvolando la teatralità del giocatore canarino, lo stupore è generale, anche tra gli stessi giocatori Ciociari, come visibile al minuto 0:52 del video del match.

Ovvio che il doppio svantaggio non lasci grandi speranze di rimonta agli uomini di Mr Cosco, già di per se in deficit di preparazione. La volontà però c’è e all’80 Lanteri si conquista un calcio di rigore che lo stesso attaccante francese trasforma.

Il rigore del 2 a 0 messo a segno ad inizio ripresa. (Fonte immagine www.frosinonecalcio.com)

Tutto bene quindi, solo un incidente di percorso? Non proprio secondo me, perchè dopo tre gare giocate, un parziale primo bilancio è comunque paventabile. Se infatti è vero che andiamo regolarmente in gol, è pur vero che ancora non abbiamo segnato su azione manovrata. Due gol su calcio d’angolo, uno sugli sviluppi di una punizione ed uno su rigore. Una settimana fa ero soddisfatto dei gol da palle inattive, e lo so ancora, ma è anche ora di mettere palla a terra e andare a segno con un’azione corale. Man mano che si va avanti infatti le difese saranno sempre meglio schierate e quindi è necessario allargare la manovra per scardinarle.

Inoltre cinque gol presi in tre gare sono un pò troppi. Tralasciando il rigore inventato, in occasione del primo gol del Frosinone sono però evidenti gli errori di posizionamento della nostra difesa, che viene presa in velocità da quella che sembrava un’innocua azione di centrocampo e che invece con due tocchi s’è rivelata micidiale.

Domenica prossima intanto al Degli Ulivi arriva la capolista Perugia (a punteggio pieno dopo tre partite) per una gara dal sapore “antico”… conquistare la prima vittoria stagionale contro i Grifoni avrebbe sicuramente un gusto particolare.

Cosa ne pensi? Esprimi il tuo parere commentando il post.

Gli ultimi post:

[post_list name=”simpleAttachmentList_10″]