Trovate le garanzie per la fidejussione e domani si presenta l’iscrizione, ma penalizzazione in vista. Deja vu Attimonelli

Ormai questa frenetica e trepidante giornata è terminata. Questo Venerdì 29 Giugno era di sicuro il “punto di non ritorno” per le sorti dell’AS Andria. Entro oggi si doveva decidere il nostro futuro: lunga vita all’Andria o un impietoso pollice verso?

E’ ormai Sabato 30 Giugno e si può dire che che il bicchiere è sicuramente mezzo pieno. Probabilmente non sarà una lunga vita se ogni estate ci troviamo ad affrontare situazioni sempre più complicate ed imprevedibili, ma per lo meno si va avanti ed il calcio non muore ad Andria.

Ma ricapitoliamo un attimo. Dopo il “ritorno” di Fusiello e la sua disponibilità a mettere mano al portafoglio, rispettando la scadenza del 25 Giugno per il pagamento degli stipendi di Aprile, nonchè l’ulteriore disponibilità ad aggiungere altri 200mila euro per la fidejussione a garanzia per il prossimo campionato, il nodo della questione restava trovare i restanti 400mila euro.

Fusiello e Attimonelli: E' un deja vu?

Cosa è successo in così pochi giorni? Che “sorpresa delle sorprese” è tornato Attimonelli. Già proprio lui, Gianni Attimonelli che dopo l’esperienza barlettana, torna a casa Andria! Ma allora cos’è successo a Palazzo di Città in questi giorni e quest’oggi alla presenza del Sindaco Giorgino in qualità di mediatore? Facile pensare che vista la situazione disperata Attimonelli, evidentemente voglioso di tornare ad Andria per torgliersi qualche sassolino dalla scarpa, abbia fatto un gioco al rialzo, garantendo alla fine i soldi a garanzia della fidejussione, ma a quali condizioni? Queste in realtà ancora non si sanno. Certo se è venuto a togliere le castagne dal fuoco, ovvio che miri ad un posto di prestigio… staremo a vedere!

Intanto l’AU Vallarella, secondo quanto riportato da Andrialive.it, ha così dichiarato:

“Abbiamo adempito a tutte le pratiche e pagamenti vari per l’iscrizione al prossimo campionato – ha affermato l’amministratore unico Vallarella. Domani consegneremo le carte a Firenze in Lega. Abbiamo alcune garanzie della fidejussione di 600 mila euro, grazie a degli imprenditori locali che sono stati disposti a garantire parte di essa, ma ci sono delle difficoltà oggettive nelle pratiche. La presenteremo in ritardo, entro metà luglio. Ma ciò non pregiudicherebbe la partecipazione al prossimo campionato, ma al limite incorreremo in un punto di penalità”. 

Quindi i punti che emergono da queste parole sono:

1. che si è adempito alle varie pratiche per l’iscrizione al prossimo campionato e ai pagamenti vari, che attenzione non sono la fidejussione, e che nella giornata di domani verrà consegnata la domanda a Firenze in Lega;

2. che si sono raggiunti gli accordi per le garanzie alla fidejussione di 600 mila euro, grazie a degli imprenditori locali, probabilmente in primis Attimonelli;

3. che questa benedetta fidejussione verrà presentata in ritardo, perchè una cosa è raggiungere un accordo, un’altra cosa è sbrigare le pratiche burocratiche per ottenere la fidejussione, che ha i suoi tempi;

4. che si presenterà un’iscrizione con riserva, in attesa della fidejussione.

Cosa vuol dire tutto ciò? Che salvo imprevedibili imprevisti parteciperemo al prossimo campionato di I Divisione, e altrettanto sicuramente subiremo una penalizzazione, probabilmente di 1 punto, per questo ritardo nella presentazione della fidejussione.

Quindi dobbiamo ancora aspettare per la completa certezza, ma il più sembra fatto. Quindi pensiamo positivo, e soprattutto diventa estremamente necessario ormai quasi a Luglio, che si stabilisca subito il nuovo organigramma societario e che qualcuno pensi subito a costruire una squadra degna.

 



Cosa ne pensi? Esprimi il tuo parere commentando il post.

 

Gli ultimi post:

[postsbycategories array1cat=”blog” sortby=”date” order=”DESC” posts_per_page=”10″]