Feralpisalò 0 Andria 0: La difesa non prende gol e l’Andria è fuori dai playout. Ancora due finali da giocare

Attacco sterile contro il Feralpisalò: La Mantia dà il cambio a Gambino ma la musica non cambia... anzi.

Ancora un risultato positivo per l’Andria, il quinto di fila, ancora una trasferta senza perdere, la terza di fila, e ancora una gara senza subire gol, che vuol dire 11 punti nelle ultime 5 uscite ed ecco che a due giornate dal termine della stagione la formazione di Mr Cosco è finalmente fuori dai playout. Siamo usciti dalla seconda finale con le ossa sane e il morale alto… ne abbiamo altre due da non sbagliare.

Certo è ovviamente un traguardo parziale, ma era fondamentale tornare da Salò senza perdere, sia per una ovvia ragione psicologica, ma anche per affrontare gli ultimi 180 minuti stagionali in vantaggio rispetto ai Lombardi. Se è vero infatti che i punti sono gli stessi, è altrettanto vero che la differenza reti nell’intero campionato ci vede con 5 gol di vantaggio sul Feralpi. Inoltre se consideriamo che l’inattesa sconfitta casalinga della Triestina per 3 a 1 contro il Piacenza, ha gettato la formazione Alabardata in piena zona playout, si capisce come il punto odierno possa risultare fondamentale per il nostro mantenimento della categoria.

Attacco sterile contro il Feralpisalò: La Mantia dà il cambio a Gambino ma la musica non cambia... anzi.

La gara in realtà non è stata esaltante e alla fin dei conti il risultato è sicuramente l’aspetto migliore. La partita è stata tirata e equilibrata e forse la si poteva anche vincere, ma per vincere si deve tirare in porta… e oggi non abbiam fatto neanche un tiro “serio”, degno di questo nome. Solo Gambino c’è andato vicino nel primo tempo lanciato a rete, ma è stato troppo lento e ha miseramente sbagliato. In realtà penso che ci è andata anche bene oggi, perchè se il Feralpisalò non avesse sbagliato quel gol fatto nel finale con Defendi, e se Rossi non si fosse dimostrato sempre attento e puntuale negli interventi, probabilmente adesso staremmo parlando di un altro risultato.

E fin troppo evidente che senza il Del Core dell’ultimo periodo l’attacco fatica molto a finalizzare ma anche a creare palle gol. Gambino è isolato lì davanti e sinceramente è costretto ad un gioco sterile fatto di solo scontro fisico senza dare reale profondità alla squadra. Ma oggi preferisco vedere gli aspetti positivi. Infatti per la prima volta ho visto una squadra con una sua identità che gioca senza particolari sbavature anche nelle difficoltà. Finalmente ho visto un buon centrocampo, con un ottimo D’Alessandro, ben coadiuvato da Marsili e Arini. Finalmente non si lanciano solo palle in avanti (che comunque sono sempre troppe), ma si cerca di uscire palla a terra. Inoltre la difesa è attenta e dà sicurezza anche al portiere, e il fatto di aver subito un solo gol nelle ultime 5 giornate è lì a dimostralo.

Unica nota veramente negativa, che per carità non influirà sulle prestazioni della squadra, è stata l’espulsione dopo appena 29 minuti di gioco di Mr Cosco, espulsione sinceramente evitabile anche perchè avvenuta così presto e all’interno di una partita tutto sommato corretta. Poco male, anche se indice di un ovvio nervosismo, ma per fortuna tra quattro giorni a Crema contro il Pergo recuperiamo Del Core che oggi è fondamentale per noi.

A questo punto volente o nolente l’occhio cade sui prossimi due impegni anche delle nostre dirette avversarie. La classifica cortissima lì sotto e i risultati a sorpresa rimpastano tutto: la Triestina che sembrava salva, perdendo in casa col Piacenza rientra alla grande nei playout, così come l’inaspettata vittoria del Latina per 3 a 0 sulla capolista Trapani la porta ad un solo punto dalla salvezza. Il Bassano infine vincendo nel finale col Frosinone non è ancora spacciato. Ancora tutto da decidere quindi nella lotta salvezza così come per la corsa ai playoff.

Qualcuno dice che l’Andria con il Pergocrema in trasferta e il Portogruaro in casa all’ultima ha un calendario più facile, perchè contro squadre teoricamente demotivate, rispetto al Feralpisalò (Frosinone in casa e Lanciano fuori, in piena lotta per i playoff) o Triestina (Spezia in casa e Prato fuori), mentre sembrerebbe invece destinato ai playout il Latina con due improbi impegni contro Cremonese e Spezia… ma già oggi contro il Trapani ha dimostrato che non si è affatto ancora arreso.

Non mi fido comunque di questi calcoli, assolutamente no. Sarà difficile, ma Domenica contro il Pergocrema dobbiamo essere squadra e conquistare in Lombardia i nostri 3/4 di salvezza, per poi prenderci l’ultimo quarto al Degli Ulivi contro il Portogruaro.

 



 
Cosa ne pensi? Esprimi il tuo parere commentando il post.

 
Gli ultimi post:

[get_latest_post]