Colpo di scena: Di Meo si dimette, chi il sostituto?

 

A poche ore dalla conferma di Mr Di Meo alla guida dell’Andria, lo stesso tecnico rassegna le sue dimissioni, che alla fine di un lungo tira e molla, vengono definitivamente accolte dalla società. Ma ricostruiamo un pò quello che è successo negli ultimi mesi.

#1. Dopo la partita la sconfitta di Latina per 5 a 2 , la società rinnova la fiducia a Mr Di Meo prolungandogli il contratto per altri due anni, ovvero fino a Giugno 2014.

#2. Dopo la gara persa in casa contro il Pergocrema per 2 a 1 dell’11 Dicembre (rigore del pareggio sbagliato da Del Core nel finale), Mr Di Meo rimette il proprio mandato nelle mani della società, come dire “se volete me ne vado”, ma il club le respinge senza pensarci un attimo.

#3. Ieri 16 Gennaio all’indomani della sconfitta di Cremona, dopo una riunione societaria viene rinnovata la fiducia al tecnico, ritenendo che “Pino Di Meo ed il suo staff abbia le qualità per poter raggiungere l’obiettivo che la società si è prefissata, ovvero la salvezza”.

#4. Solo poche ore dopo, a mezzogiorno di quest’oggi 17 Gennaio, arriva la notizia ancora ufficiosa per la verità, nel senso che sul sito web dell’AS Andria non vi è ancora alcuna comunicazione in merito, delle dimissioni di Mr Di Meo, che questa volta vengono accolte.

(La notizia è stata ufficializzata in serata con un comunicato della società pubblicato su www.asandria.it)

#5. Riunione in coro per decidere il suo successore!

Chi sarà il nuovo Mister?

Che telenovela! Un lascia e prendi durato più di due mesi che ora sembra essere arrivato al suo epilogo. Di Meo “si arrende”. Rinuncia ai due anni e mezzo di contratto che ancora aveva in essere, dimostrando comunque professionalità, e alla vigilia del Derby contro il Barletta e della gara di Coppa italia contro il Catanzaro, tira i remi in barca e alza le mani.

Ora si discute circa chi possa succedere a Di Meo e i primi nomi che si fanno in queste ore sono quelli di Sciannimanico e Di Costanzo. Certo l’eventualità Sciannimanico sarebbe molto affascinante anche perchè esordirebbe in campionato contro il Barletta che ha guidato fino a pochi mesi fa. Molto più probabile che domani contro il Catanzaro in Coppa, in panchina sieda il sempre presente Degli Schiavi.

Cosa sarà realmente accaduto in queste ore? Credo che nessuno abbia la pretesa di voler sapere la verità, vista la scarsissima comunicazione che da un pò ormai contraddistingue le scelte societarie. Ma magari in tal senso una mano potrà darcela proprio il Mister uscente, che una volta al di fuori, potrà dirci come sono andate realmente le cose, e soprattutto cosa sta succedendo a questa società, perchè noi tifosi, da tempo ormai, veramente non riusciamo a capirci più niente.

 

Potresti anche essere interessato a:

Comunicato Ufficiale AS Andria: Rinnovata la fiducia a Di Meo!

Cremonese 1 Andria 0: A che gioco stiamo giocando?

In&Out: Tutte le operazione dell’Andria nel calciomercato di Gennaio

In&Out: In attacco arriva Russo in prestito dal Taranto

Andria 1 Spezia 2: La difesa vince le partite… e noi non sappiamo difenderci

Andria v Spezia: Leoni contro aquile… chi avrà più fame?

Ho voglia di un organigramma… serio!

Portogruaro 1 Andria 1: Un punto è meglio di zero… ma che spreco

Andria 1 Pergocrema 2

Andria v Pergocrema: Sudare e onorare la maglia