Andria v Pergocrema: Sudare e onorare la maglia

Preview: Andria v Pergocrema

Lega Pro 2011/12 – I Divisione/B – 16a Giornata Andata
Dom 11 Dic 2011 h14:30
Andria, Stadio Degli Ulivi

Facebook: ANDRIA v PERGOCREMA

 

L’Andria si appresta ad affrontare la difficile gara contro il Pergocrema, ma non riesco a non pensare alla deludente sconfitta di Siracusa, non per masochismo, ma perchè è necessario capire che seppur si affronti la capolista e noi non siamo di certo dei fuoriclasse, lo si deve fare sempre con dignità e non fornendo una prestazione anonima come quella “sfoggiata” in Sicilia. Ma la mia delusione non riguarda solo la squadra, ma ancor di più l’atteggiamento senza orgoglio di parte della tifoseria.

A cosa mi riferisco? Al fatto che sconfitta doveva essere e sconfitta è stata! Già qualcuno l’ha pensato e qualcun’altro addirittura l’ha anche detto. Ma a chi scrive su questo blog, questo moo rinunciatario di pensare non piace proprio. Non si dedica passione e tempo alla propria squadra del cuore, per accontentarsi di una sconfitta perchè… “ci poteva stare”!

Sarò presuntuoso, ma per me quando gioca l’Andria è come se giocasse il Real Madrid. Pretendo sempre di vincere la partita, salvo poi cercare di essere il più obiettivo possibile nel post gara. Sin da quando ho iniziato a frequentare lo stadio all’inizio degli anni ’80, non ho mai pensato neanche per un secondo, percorrendo il viale della Villa Comunale che porta al monumentale ingresso dell’ex-Comunale, oggi spero di pareggiare. Mai!

Mai sono andato in trasferta pensando, ma sì oggi una sconfitta ci può anche stare. Mai, neanche quando la notte del 12 Marzo 1994, a 16 anni, mi sono messo su un treno notturno in partenza dalla stazione di Barletta, insieme ad almeno altri 300 tifosi della Fidelis, per andare a vedere la mia squadra affrontare, a 700 km da casa, la corazzata Fiorentina di Batistuta, Effenberg, Toldo, Robbiati e Baiano, solo per citarne alcuni. Pensate che quella notte su quel treno abbia pensato, ma sì a Firenze si può anche perdere. No signori, anzi mentre giravo prima della partita per il centro storico di Firenze, dopo essere sgattaiolato alla sicurezza che dalle 10 del mattino ci aveva portato già fuori dall’Artemio Franchi, pensavo “ma sai che goduria vincere contro la Fiorentina in casa loro”!

Tifosi Andriesi all'Artemio Franchi di Firenze il 13 Marzo 1994. Fiorentina 3 Fidelis Andria 1

Sul 3 a 0 per loro con gol di Orlando, Batistuta e Robbiati, al nostro gol della bandiera con Bianchi al 60°, tutti noi in quel settore ospiti, chi venuto da Andria, chi da qualche città del nord Italia per seguire e incitare i propri colori, a mezz’ora dalla fine abbiamo gioito come matti e creduto che una rimonta potesse essere possibile. Finì 3 a 1 per i Viola, ma il nostro onore fu portato in alto perchè anche se per pochi secondi, il nostro urlo riecheggiò in un Franchi ammutolito. Perchè facemmo capire agli “spocchiosi” fiorentini, che anche se non sapete Andria dove sia, anche se ci prendete sotto gamba e trattate con sufficienza, anche se ci avete fatto 3 gol, non non ci arrendiamo, cadiamo al tappeto, ma ci rialziamo… noi siamo quelli abituati a lottare!

Al triplice fischio ero dispiaciuto della sconfitta, ma soddisfatto per il nostro gol, e tutti noi applaudimmo la squadra venuta sotto il nostro settore a salutarci, perchè nonostante la sconfitta “preventivabile” ha venduto cara la pelle, non rassegnandosi al ruolo di vittima sacrificale in casa della belva affamata.

Forse qualcuno si è dimenticato quegli anni, la nostra storia, o forse non l’ha mai vissuta. Qualcuno non ha forse mai visto il calcio vero ad Andria, ed è pronto solo a criticare senza soffrire. E’ addirittura pronto a dire “si può anche perdere”. Ma sicuramente tra chi dice ciò non c’è nessuno di quei trecento ragazzi che in quella notte di Marzo di più di 17 anni fa, si è messo su un treno per seguire i suoi colori ed incitare una squadra, la Fidelis, che non ha sempre onorato questo città, Andria.

La Fiorentina non ci faceva paura, non mi faceva paura, quindi figuratevi quanto mi ha fatto rabbia perdere contro il Siracusa, e quanto ancor di più mi abbia fatto rabbia e anche tristezza sentire qualcuno dire “la sconfitta era prevedibile”! Ma siete fuori? Spero che chi la pensa così dica in giro di essere tifoso della BAT, ma non della Fidelis… perchè chi parla così deve essersi completamente dimenticato di qual è la nostra storia, di cosa la Fidelis abbia significato.

Questa maglia ha una storia e va sempre sudata e onorata… da tutti. Forza Andria!

 

Biglietti

I biglietti per l’incontro di Domenica prossima 11 Dicembre contro il Pergocrema presso lo Stadio Degli Ulivi e valevole per la sedicesima giornata d’andata di I Divisione/B di LegaPro, sono acquistabili sul circuito BookingShow e in tutti i suoi punti vendita ufficiali.

I punti vendita di Andria sono i seguenti:

– Agenzia Erredì di Di Bari Raffaele, Via G. Verdi 87/89 (Lun-Sab h10-12, h17-20)

– Studio Elleti Assicurazioni di Loconte Emanuele, Via Reggio Calabria 55 (Lun-Sab h10-12, h17-20)

Il Listino Prezzi Ufficiale, maggiorato del diritto di prevendita pari a €1.50, è il seguente:

Tribuna Centrale €40 (Ridotti Under 17 – Over 65 e donne €30)
Tribuna Laterale €20 (Ridotti Under 17 – Over 65 e donne €15)
Distinti €12 (Ridotti Under 17 – Over 65 e donne €8)
Curva €10 (Ridotti Under 17 – Over 65 e donne €7)

I biglietti sono anche acquistabili Domenica 11 Dicembre, giorno della gara, presso i Botteghini dello Stadio Degli Ulivi (lato Distinti) nell’orario h9:30-12:00.

Clicca qui per accedere alla pagina di acquisto on-line

I tifosi del Pergocrema possono acquistare i biglietti del Settore Ospiti (Curva Sud) del “Degli Ulivi” sul circuito  BookingShow prezzo di €10 euro + prev. La prevendita per il settore ospiti si concluderà Sabato 10 Dicembre alle h.19.

 

Andria

 

 

Pergocrema

Da TuttoLegaPro.com:

[…] la squadra di Brini non stia attraversando un momento brillantissimo con soli 4 punti raccolti nelle ultime otto gare giocate, mentre nelle prime sette giornate di campionato la squadra aveva conquistato ben 18 punti. Una squadra che non conosce mezze misure (un solo pareggio raccolto) che ha disputato finora un campionato dai due volti: sorprendente per continuità nelle prime sette giornate, deludente nelle ultime otto. Quale sia il vero Pergocrema resta ancora un mistero. […]Restano due partite prima della fine del girone di andata e già da domenica sul difficile campo di Andria squadra e tecnico saranno chiamati a riscattare l’opaca prova casalinga offerta contro il Lanciano.

 

Clicca qui per visualizzare il programma completo della 16a Giornata di Andata e la classifica aggiornata della I Divisone/B

 

Potresti anche essere interessato a:

Andria 3 Paganese 2: Avanti in Coppa

Siracusa 2 Andria 0: Giudizio rinviato

Siracusa v Andria: In Sicilia in cerca di un’identità

Andria 1 Feralpisalò 1 & Andria 1 Bassano 1: Copia & Incolla… o quasi

Andria v Feralpisalò: Per continuare la risalita

“Quale maglia preferite tra quella a strisce verticali bianco-blu e quella completamente blu indossata contro il Piacenza?”

Dalle bande verticali al blu integrale: nuova maglia per l’Andria?

Andria 1 Piacenza 0: Tre punti strappati col cuore

Meccariello convocato dalla Nazionale di LegaPro

Andria v Piacenza: La prima del triplo turno interno consecutivo

Südtirol 1 Andria 1: Un punto guadagnato o due punti persi?

Südtirol v Andria: Dalla Murgia alle Alpi