Il Procuratore Palazzi chiede quattro anni di squalifica per Spadavecchia

Si vociferava, tutti ne parlavano e tutti se l’aspettavano… ed eccola arrivata! La richiesta del Procuratore Federale Stefano Palazzi in merito alla gara Juve Stabia -Sorrento 1-0 della I Divisione 2008/09 posta sotto indagine per calcioscommesse, in cui è coinvolto il nostro portiere Vitangelo Spadavecchia, all’epoca tesserato del Sorrento.

La richiesta del Procuratore per Spadavecchia è grave: quattro anni di squalifica! Vitangelo, sotto contratto con l’AS Andria dalla stagione 2009/10, è accusato di aver scommesso dei soldi (già di per sè pratica non consentita ai tesserati) sulla sconfitta del Sorrento nel Derby contro la Juve Stabia del 5 Aprile 2009, riuscendone ad alterarne il risultato con una “papera” sul gol vincente di Mineo, nonché di essere il gancio di Christian Biancone, personaggio centrale della vicenda, e dal cui arresto partirono le indagini. Ma è giusto dire che Spadavecchia continua a contestare il suo coinvolgimento dichiarandosi completamente estraneo alla vicenda.

Dopo aver esaminato gli atti dell’inchiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli sul calcioscommesse, il procuratore Palazzi ha chiesto alla Commissione Disciplinare, oltre i 4 anni per Spadavecchia, anche la radiazione per Christian Biancone, tre anni e tre mesi per l’AD stabiese Roberto Amodio e un anno di squalifica per l’ex presidente del Sorrento Antonio Castellano. Inoltre richiesti anche sei punti di penalizzazione per il Sorrento e nove punti per la Juve Stabia.

Certamente una brutta vicenda in cui purtroppo è coinvolto un nostro tesserato, che tra l’altro ben stava figurando in quest’inizio di stagione. La sentenza di primo grado potrebbero essere pronunciate già nella prossima settimana.

Anche se le faccende tecniche passano in secondo piano difronte a vicende umane di tale rilievo, e ritenendo tutti assolutamente innocenti finché non viene pronunciata la sentenza, è indubbio che Spadavecchia non starà sicuramente passando un periodo facile sotto l’aspetto emotivo. Certamente gli mancherà tranquillità e non deve essere facile per lui scendere in campo completamente disteso, ma vista la grande professionalità dimostrata finora credo che possa assolutamente farcela.

Certo la magistratura farà il suo corso e presto tutto potrebbe cambiare, ma con noi Spadavecchia ha dato sempre il meglio in campo e ritengo sia giusto schierarlo anche Domenica prossima contro il Prato, per fargli sentire l’appoggio dello staff tecnico ma anche quello di noi tifosi.

In attesa delle decisioni dei giudici e di quanto emergerà dai successivi appelli, massima fiducia al nostro portiere!