Finiti i bonus Under per l’Andria. Da domenica due ’91 in campo per non rinunciare ai contributi

Qualche post fa lo anticipavo, ma la questione sollevata ha avuto poco credito o probabilmente si era assorti da altri pensieri. Ora però tutto è tornato a galla e come al solito si opera in emergenza e con lo svantaggio di non aver alternative.

La questione “in sospeso” è quella degli Under in casa Andria e il post “incriminato” è Calciomercato chiuso… ma gli Under?. Faccio un passo indietro per chi non lo sapesse, ricordando che la norma federale per questa stagione 2011/12 recita così:

[…] in ogni momento della gara, per tutte le gare di Campionato escluso i Playoff/Playout, dovranno essere impiegati almeno due calciatori per la Prima Divisione e almeno tre calciatori per la Seconda Divisione nati dopo il 1° Gennaio 1991 […] le società sportive sono esonerate dall’obbligo di osservare la presente disposizione per un numero massimo di tre partite durante l’intera stagione escluso i Playoff/Playout.

[…] Il mancato rispetto dei citati obblighi con le modalità sopra evidenziate costituisce motivo ostativo all’ammissione al beneficio dell’attribuzione dei corrispettivi federali […]

Questo che vuol dire? Semplicemente che dopo sole tre partite di campionato ci siamo giocati tutto il bonus di “esonero” dallo schierare giocatori almeno classe ’91, pari appunto a tre partite. Quindi se non vogliamo definitivamente rinunciate ai bei soldi provenienti dalla Lega, già da domenica prossima, cioè dalla gara casalinga contro la Triestina, Mr Di Meo dovrebbe sforzarsi di mettere in campo almeno due giocatori classe ’91, e per tutti i 90 minuti di gioco per giunta, cioè se esce un Under ne deve entrare un’altro.

Ora, ipotizzando di non voler rinunciare a questi benedetti contributi federali, cercherò un attimo di capire cosa ciò significa a livello tattico. Un gran bel grattacapo direi! Infatti l’unico Under fin’ora impiegato in campionato da titolare è stato Evangelisti, impiegato a centrocampo per tutta la gara contro il Barletta. Vista la sua discreta prestazione è plausibile una sua riconferma. Ma l’altro Under da mandare in campo chi sarebbe? Il primo nome che mi viene in mente è quello Loiodice, che oltre ad Evangelisti e al secondo portiere Ragni, è l’unico altro Under ad essere stato portato in panchina da Mr Di Meo, ed anche schierato per 21′ nel secondo tempo contro la Cremonese subentrando al posto di Manco.

Sempre nell’idealistica ipotesi di non rinunciare ai contributi federali, la formazione anti Triestina è subito fatta: il solito Spadavecchia in porta, la solita difesa a quattro senza Under con Pierotti, Cossentino, Mucciante e Contessa al posto dell’infortunato De Giorgi, centrocampo a due a far legna con Paolucci e Evangelisti, già in coppia a Barletta, attacco a tre dietro innocenti con Del Core riconfermato, direi Minesso con Comini subentrante, vista la buona prestazione con gol nel Derby e l’Under Loiodice. Che ne pensate? A me non dispiacerebbe, sempre ricordando che un altro Under dovrebbe essere portato in panchina, ma mi rendo conto che qualcuno storcerà la bocca.

Qualcuno dirà che ci interessa far punti, che i giovani non ci danno sicurezza, che questa regola è assurda e quindi di rinunciare ai contributi, tanto ci dobbiamo salvare. Per carità anche questa ipotesi è rispettabilissima ed è altrettanto comprensibile che un tifoso possa pensarla così.

Ciò che invece mi lascia più perplesso è che anche una società la pensi a questo modo. Cioè che chi sborsa costantemente soldi per il progetto Andria Calcio, possa rinunciare, sto parlando potenzialmente sia chiaro, con tanta non-calanche a questa opportunità. Per carità la società ha tutte le giustificazioni del caso, visto il rimpasto fatto dalla Lega quest’anno sul tema Under cambiando le regole a mercato in corso, passando dai classe ’89 della passata stagione ai classe ’91 di questa, spazzando tutti. In pratica l’Andria ha acquistato dei classe ’90 come Contessa, De Giorgi e lo stesso Minesso, per fare alcuni nomi, per poi scoprire che trattasi di Non-Under. Questo è vero come però è altrettanto vero che nell’ultima fase di calciomercato, nulla è stato fatto dal club per porre rimedio a questa “ingiustizia”, dichiarando implicitamente forfait.

Nasce così la strana e per me fastidiosa situazione di essere vittime di qualcosa, ma anche in parte colpevoli di non averci posto rimedio. Ritengo che quei soldi federali farebbero ben comodo alle casse societarie, perchè rinunciando a schierare gli Under si rinuncia oltre ai contrubiti derivanti da questa categoria anche a quelli degli Under 22. Infatti la norma recita:

[…] Beneficeranno della ripartizione dei corrispettivi federali le società che schiereranno, nelle partite di campionato della stagione sportiva 2011/2012 escluso i Playoff/Playout, calciatori nati dal 1° Gennaio 1989 in poi, e che abbiano, comunque, compiuto anagraficamente il 15° anno di età, di cittadinanza italiana (che di seguito chiameremo “giovani”), tesserati presso la FIGC quali professionisti (status 09), o giovani di serie (status 04), purché l’utilizzo in gara sia avvenuto per almeno trenta minuti; in caso di sostituzione con altro calciatore appartenente alle classi che avranno titolo per beneficiare dei corrispettivi, i minuti effettuati dal calciatore sostituito saranno sommati ai minuti giocati dal calciatore subentrato. Quest’ultima circostanza costituisce condizione essenziale per l’acquisizione del beneficio di ripartizione secondo i criteri in appresso specificati […]

[…] Saranno escluse dal beneficio, nella ripartizione dei corrispettivi federali, le società:

[…] le società che non avranno utilizzato, per tutte le gare di campionato, tesserati nati dal 1° gennaio 1991 con status 09 e status 04 (n. 2 per la Prima Divisione e n. 3 per la Seconda Divisione), salvo le deroghe sopra richiamate […]

Il che vuol dire che perdiamo anche i soldi che ci spetterebbero perchè schieriamo regolarmente in campo gente come De Giorgi o Minesso ad esempio.

Sarebbe un gran peccato, ma abbiamo un’ultima occasione, quella di mettere in campo domenica prossima due Under. Staremo a vedere cosa il Mister deciderà e soprattutto quale sarà il volere della società.

 

Sondaggio AFB

[poll id=”7″]