Calciomercato chiuso… ma gli Under?

Il calcio mercato è concluso, quindi quel che è fatto… è fatto, salvo aspettare qualche movimento nel mercato degli svincolati, ma grosso modo i giochi sono fatti. Facciamo quindi un riepilogo della rosa di giocatori a disposizione dell’AS Andria per la stagione 2011/12.

Portieri: Berto (91), Ragni (91), Sansonna (91), Spadavecchia (82).

Difensori: Cipriani (80), Contessa (90), Cossentino (88), De Giorgi (90), Di Simone (78), Meccariello (91), Mucciante (82), Pierotti (77), Tartaglia (92), Zaffagnini (88).

Centrocampisti: Arini (87), Berretti (85), Caremi (84), Comini (87), Evangelisti (91), Giglio (91), La Rosa (82), Loiodice (92), Manco (82), Paolucci (86), Sangare (90).

Attaccanti: Del Core (79), Gambino (84), Innocenti (74), Minesso (90).

Leggendo la formazione, che sulla carta e dai responsi delle prime uscite mi sembra di tutto rispetto, con buoni giocatori e buoni ricambi, mi sorge però un dubbio: ma gli Under?

Infatti quest’anno, a causa di una alquanto discutibile decisione della Lega, sono da considerarsi Under i giocatori classe ’91, passando dai classe ’89 della passata stagione ai classe ’91 di questa, spazzando i classe ’90 come se nulla fosse. Ricordando che devono essere due i giocatori Under da schierare contemporaneamente in campo per tutti i 90’, per poter usufruire dei contributi economici della Lega, e che Contessa e Minesso sono dei classe ’90, ad oggi l’Andria ha in formazione solo 5 Under, ovvero Meccariello, Tartaglia, Evangelisti e Loiodice e il neo acquisto Giglio, senza considerare i 3 portieri Under destinati comunque o alla panchina. Ma chi di questi è stato impiegato in precampionato con continuità e in una ipotetica formazione titolare?

L’unico impiegato con la formazione titolare è stato Meccariello nella gara contro la Paganese, disputandone invece altre due da subentrato. Loiodice ed Evangelisti invece sono stati impiegati due volte con la formazione riserve e una da subentrati con quella titolare. Considerando che Tartaglia non è mai stato impiegato e che Giglio è appena arrivato, le scelte sugli Under mi sembrano davvero molto obbligate.

Inoltre non bisogna dimenticare che se ne schieri due in campo, dovresti averne almeno un altro (tatticamente duttile) in panchina per poter subentrare a gara in corso. Ad ogni modo, questo aspetto fondamentale verrà risolto da Mr Di Meo, a meno che la società non decida di rinunciare ai contributi federali, ma mi sembra improbabile e sinceramente non ne capirei il senso.

La norna federale in merito agli Under per la prossima stagione, infatti recita:

[…] 1.1 Per poter beneficiare dei corrispettivi federali secondo il disposto del presente regolamento, viene posto il seguente obbligo di tesseramento:

– n. 8 calciatori professionisti (status 09) nati dopo il 1° Gennaio 1989 (under 22) per le società di 1a Divisione;

– n. 10 calciatori professionisti (status 09) nati dopo il 1° Gennaio 1989 (under 22) per le società di 2a Divisione.

1.2 Ogni società pertanto potrà tesserare un numero illimitato di calciatori ma, tra questi, dovranno essere compresi, continuativamente, dal dì della disputa della prima partita di campionato sino al termine della stagione sportiva 2011/2012, calciatori under 22 nel numero sopra indicato.

1.3 Inoltre, in ogni momento della gara, per tutte le gare di Campionato escluso i Play off-Play out, dovranno essere impiegati almeno due calciatori per la Prima Divisione e almeno tre calciatori per la Seconda Divisione nati dopo il 1° Gennaio 1991 (calciatori professionisti status 09 e calciatori giovani di serie status 04): le società sportive sono esonerate dall’obbligo di osservare la presente disposizione per un numero massimo di tre partite durante l’intera stagione escluso i Play off-Play out.

Per le predette tre giornate in deroga le squadre non beneficeranno di alcun tipo di contributo per il minutaggio maturato in dette gare.

1.4 Il mancato rispetto dei citati obblighi con le modalità sopra evidenziate costituisce motivo ostativo all’ammissione al beneficio dell’attribuzione dei corrispettivi federali. […]

Il dilemma è grande perché non sono molti i giocatori classe ‘91 a disposizione, e in quest’ottica la società non ha compiuto grandi mosse in fase di mercato, lasciando questa categoria alquanto sguarnita.

Analizzando la questione più nello specifico ed in ottica prima di campionato, assodata la presenza di Spadavecchia tra i pali, la situazione si ingarbuglia passando agli altri reparti. In difesa infatti c’è una certa abbondanza di elementi, ma una certa scarsità di Under. Dato che Tartaglia non è mai stato utilizzato, Meccariello sembra essere il candidato per la difesa a quattro.

A centrocampo, considerando che Giglio è appena arrivato e quindi non integrato negli schemi, e che come centrali Paolucci ha il posto garantito e forse anche Caremi, e quindi Evangelisti magari partirà dalla panchina, resta il solo Loiodice da schierare come esterno nei tre dietro la punta centrale.

Una probabile formazione anti Spezia potrebbe essere in tal senso: Spadavecchia; Meccariello, Cipriani, Zaffagnini (Mucciante è squalificato), Contessa; Paolucci, Caremi; Manco, Del Core, Loiodice; Innocenti.

A mio avviso una maggior attenzione al mercato degli Under sarebbe stata gradita, e poi comunque non capisco come mai gli Under presenti in rosa non siano stati utilizzati in precampionato con maggiore regolarità all’interno di quella che sembra essere la formazione titolare.

Ma è anche vero che la Lega ha cambiato la regola in corso di calciomercato. Cioè chi ha comprato i classe ’90, pensando fossero Under, dopo pochi giorni si è ritrovato con giocatori “inutili” da quel punto di vista e già contrattualizzati, perchè dall’alto hanno cambiato le regole in corsa. Un’altra mossa poco chiara della Lega. Dov’è la programmazione tanto invocata?

Staremo a vedere quali saranno le scelte tecniche che adotterà Mr Di Meo e quale il volere della società, ma per l’esordio di La Spezia, con molta probabilità sarà schierata una formazione di tutti Over, visto che il regolamento, al succitato punto 1.3, permette di andare in deroga all’obbligo di schierare Under per 3 gare, e al punto 1.4 precisa come in tali gare con verrebbe comunque corrisposto alcun contributo anche se si utilizzassero i classe ’91.

Ma alla fine di tutto questo papocchio sugli Under, mi sorge il dubbio: ma la Lega vuole veramente valorizzare i giovani, o vuole invece evitare di pagare i contributi, imponendo regole troppo restrittive alle società cambiando le regole quando il calciomercato è già partito? Mi sa che aveva ragione “Quelo”… la seconda che hai detto!