Andria 0 Cremonese 1: La punizione punisce, il guardalinee non guarda… e punisce!

Report: Andria 0 Cremonese 1

Lega Pro 2011/12 – I Divisione/B  – 2a Giornata Andata
Lun 12 Set 2011 h20:45
Andria, Stadio Degli Ulivi

 

Andria: 1 Spadavecchia, 2 Pierotti, 3 De Giorgi, 4 Arini, 5 Cossentino, 6 Mucciante, 7 Manco (69′ 17 Loiodice), 8 Paolucci; 9 Del Core (77′ 18 Gambino), 10 Innocenti, 11 Minesso (53′ 16 Comini). Panchina: 12 Ragni, 13 Zaffagnini, 14 Evangelisti, 15 Berretti. Allenatore: Di Meo

Cremonese: 1 Alfonso, 2 Semenzato, 3 Favalli, 4 Minelli, 5 Cremonesi, 6 Pestrin, 7 Nizzetto (74′ 15 Polenghi), 8 Fietta, 9 Musetti, 10 Dettori (87′ 14 Tacchinardi), 11 Samb (60′ 16 Rabito). Panchina: 12 Banchi, 13 Riva, 17 Bocalon, 18 Le Noci. Allenatore: Brevi

Gol: 80′ Rabito (C)

Ammoniti: 23′ Semenzato (C), 44′ Manco (A), 54′ Arini (A), 66′ Dettori (C), 82′ Gambino (A), 92′ Fietta (C)

Espulsi: 73′ Semenzato (C) per doppia ammonizione

Arbitro: Fabbri di Ravenna

Spettatori: 3.531 (fonte www.stadiapostcards.com)

 

Ci sono partite strane, in cui giochi, ti impegni, dai prova di carattere e poi perdi! La gara contro la Cremonese di Mr Brevi è stata un po’ così, una partita strana, giocata abbastanza bene nel primo tempo e invece confusionaria nel secondo, in cui alla fine la differenza l’hanno fatta le punizioni.

Ci sono punizioni che vanno in rete e giustamente si trasformano in gol e altre più sfortunate, che impattano sulla traversa, rimbalzano sulla linea, volteggiano nell’aria, vengono ribattute in rete da un lesto attaccante, che fanno esplodere lo stadio di gioia, ma che poi implodono perchè un guardalinee nello stupore collettivo, sia della squadra che ha segnato che di quella che ha subito la rete, alza la bandierina e fa annullare il gol!

L’azione appena raccontata è quella che nel primo tempo avrebbe portato in vantaggio l’Andria dopo una magistrale punizione di Paolucci dal limite, e ribadita in rete da Innocenti dopo che Alfonso, portiere cremonese è riuscito a deviare la palla di quel poco che basta per mandarla sotto la traversa e rimbalzare poi in campo. Ora premesso che la palla non era entrata in rete, come dimostrato dalle immagini televisive, quello che non si capisce è come mai sia stata annullata la ribattuta in rete di testa di Innocenti.

Perchè? Non è dato a sapersi! Le ipotesi a questo punto sono due. La prima è che il guardalinee abbia segnalato il fuorigioco di Innocenti, ma dalle immagini TV viste e riviste, è evidente che l’attaccante andriese sia partito dietro i difensori avversari, quindi in gioco. Allora la seconda ipotesi è che il guardalinee abbia segnalato un’azione fallosa di Innocenti, ma la cosa strana in questo caso è che nessuno dei giocatori in campo ne tanto meno il diretti interessato, ovvero il difensore Cremonesi, si sia lamentato di tale strattonamento. Inoltre se fosse questa la ragione della bandierina sventolata, non capisco come mai l’arbitro dia ascolto al guardalinee per un fallo che avrebbe dovuto vedere lui inquanto in posizione più consona.

Ora dato che non mi è sembrato che l’arbitro sia accorso dal guardialinee per chiedere dell’avvenuto, ma solo si sia limitato a prendere atto dello sbandieramento, allora l’ipotesi più plausibile è che si sia trattato di un offside alquanto inventata. Da questa ricostruzione sapete l’idea che mi sono fatto? Che il guardialinee si sia, come dire, assopito un attimo e ridestato quando Innocenti aveva superato sullo scatto Cremonesi e a quel punto si sia detto, quasi quasi alzo la bandierina, d’altronde la Cremonese ha così bisogno di punti poverina. Signori, non dimentichiamoci che siamo in I Divisione e il livello tecnico di tutti i protagonisti è quello che è!

Invece chi ha dimostrato un livello tecnico sopra la categoria è stato Rabito. L’attaccante cremonese entrato in campo al 15’ della ripresa, lo scorso anno ben 20 presenze e due gol a Padova in Serie B, ha fatto vedere nei pochi minuti giocati tutto il suo tasso tecnico, prima impegnando Spadavecchia da posizione ravvicinata, poi con una punizione magistrale da circa 25 metri, che ha impattato sul palo interno alla sinistra di un incolpevole Spadavecchia e terminata in rete.

Questi due eventi hanno certamente condizionato la gara, perché con un’Andria in vantaggio e sorretta da un pubblico così caloroso, la faccenda sarebbe stata molto più complicata per la Cremonese, ma è anche vero che il campo ha fatto emergere i diversi valori tecnici in campo al di là degli episodi. E’ indubbio che si siano affrontate due squadre con differenti aspettative di classifica e differente tasso tecnico.

L’Andria ha disputato un buon primo tempo, in cui ha creato e anche colpito, ma un secondo tempo al contrario molto confusionario. Soprattutto quello che non mi è assolutamente piaciuto è stata la mancanza di reazione “organizzata” al gol della Cremonese. Rabito ha messo la palla in rete all’80°, cioè a 10 minuti dalla fine della gara più i 5 minuti di recupero. In questi 15 minuti, la formazione di Mr Di Meo nonostante la superiorità numerica per l’espulsione di Semenzato al 73’ per doppia ammonizione, non è riuscita a creare una palla gol che fosse una! Lì sono emersi i veri valori in campo: da un lato un’Andria confusionaria, tutta palla in avanti e cross dalla trequarti contro una difesa schierata che non aveva difficoltà a respingere, dall’altro lato una Cremonese che nonostante con un uomo in meno, ha nascosto la palla all’Andria, ha palleggiato con tranquillità, facendo passare il tempo senza affanno, dando prova di superiorità.

Infatti Mr Brevi a RaiSport ha giustamente evidenziato:

“Siamo stati bravi, anche quando siamo rimasti in dieci. Abbiamo avuto un buon possesso palla. […] Sono soddisfatto del nostro possesso palla e dello spirito messo in campo: sono contento. Vincere ad Andria non è cosa facile, loro sono una buona squadra, hanno fatto punti a La Spezia, sono aggressivi e hanno giocatori di qualità”

Che i valori fossero diversi lo si sapeva già prima di cominciare, ecco perché andare in vantaggio per primi era importantissimo e da questo punto di vista possiamo considerarci derubati, ma è anche vero che non creare un accenno di palla gol quando sei in svantaggio di un gol, in casa e con un uomo in più, è segno che qualcosa in fase di impostazione non va.

Per carità non sto parlando di una prestazione negativa, anzi nel primo tempo la squadra di Mr Di Meo, ma dimostrato grande voglia di fare e i ritmi sono stati anche intensi per certi tratti di gara. Di positivo c’è la solidità difensiva della coppia Mucciante-Cossentino, dopo tutto abbiamo subito il primo gol stagionale dopo 5 gare con la nostra porta inviolata e su calcio piazzato, mentre su azione, pur avendo difronte una signora squadra, non siamo mai andati in difficoltà.

Ciò che non mi è piaciuto invece, oltre a questa maglia inguardabile a righe verticali in cui il bianco prevale sull’azzurro (…vabbè), è stato il centrocampo. Scusate ma ieri è stato inesistente, non faceva filtro e gli avversari non avevano difficoltà ad arrivare alla nostra trequarti e da lì impostare l’azione. Conseguenza di ciò l’allungarsi della squadra e la voragine che si creava tra attacco e centrocampo.

La difesa come detto s’è ben comportata. Oltre che la coppia centrale, anche i laterali si sono ben comportati, con un Pierotti rigenerato e un De Giorgi volitivo, forse a volte troppo irruente lasciando scoperta la sua posizione. Del centrocampo già si è detto, Paolucci fa quel che può ma ha difficoltà ad impostare l’azione, mentre Arini per ora è non perveuto. Aspetto di vedere in campo un Caremi in forma. In attacco Innocenti si batte, sgomita, prende botte e si fa trovare al posto giusto al momento giusto, in pratica una palla un gol, peccato per l’annullamento. I tre alle sue spalle hanno invece faticato: Del Core cerca il passaggio filtrante ma spesso non trova il destinatario, Minesso si da fare ed è l’unico che salta l’uomo, peccato debba uscire anticipatamente perché toccato duro, mentre Manco questa sera è stato tanto fumo e pochissimo arrosto. Molto meglio il subentrato Comini, più mobile ed incisivo.

Ieri sera nel postpartita ai microfoni di RaiSport, Mr Di Meo ha così commentato la sconfitta:

“Meritavamo di vincere questa partita. Nel primo tempo ci è stato ingiustamente annullato un gol regolare. La Cremonese non ha meritato questi tre punti. Nel secondo tempo loro si sono chiusi, hanno fatto girare bene la palla e un eurogol ha determinato la nostra sconfitta. Domenica ci attende una partitaccia in casa del Barletta e servirà grinta e cattiveria agonistica. Comunque secondo me siamo sulla buona strada”

Certo abbiamo di che recriminare, ma dobbiamo anche vedere i nostri limiti per capire dove migliorare. Forse un centrocampista in più non sarebbe male, magari arretrando maggiormente Del Core in modo che dai suoi piedi partano le azioni offensive, perché Paolucci e Arini non riescono ad impostare. Poi vorrei vedere dall’inizio Comini, magari da più profondità alle azioni.

Ora ci aspetta una gara difficilissima come il Derby di Barletta, in cui già ci troviamo con la necessità di far risultato, ma per far ciò sarà necessaria una gara di carattere, e quello non ci manca, ma anche ordinata, in cui ridurre le distanze tra centrocampo e attacco. Siamo poco battuti, la difesa regge bene, ma per vincere bisogna segnare, creare azioni offensive e sfruttare le palle inattive, sperando in un guardalinee che non ci tolga ciò che è nostro. Siamo già in credito con la fortuna.

 

PhotoGallery: www.cremonaonline.it

 

Risultati Ultimo Turno

2a Giornata Andata

Dom 11.09.2011 15:00 Carrarese v Latina 2-0
Dom 11.09.2011 15:00 Feralpisalò v Sudtirol 0-0
Dom 11.09.2011 15:00 Frosinone v Spezia 3-2
Dom 11.09.2011 15:00 Lanciano v Triestina 3-2
Dom 11.09.2011 15:00 Pergocrema v Bassano 2-0
Dom 11.09.2011 15:00 Piacenza v Trapani 0-1
Dom 11.09.2011 15:00 Prato v Barletta 1-2
Dom 11.09.2011 15:00 Siracusa v Portogruaro 1-0
Lun 12.09.2011 20:45 Andria v Cremonese 0-1

 

Classifica

Totale Casa Fuori Reti
PT G V N P V N P V N P GF GS DIF
Pergocrema 6 2 2 0 0 1 0 0 1 0 0 3 0 +3
Barletta 6 2 2 0 0 1 0 0 1 0 0 3 1 +2
Lanciano 6 2 2 0 0 1 0 0 1 0 0 4 2 +2
Trapani 6 2 2 0 0 1 0 0 1 0 0 3 1 +2
Siracusa 4 2 1 1 0 1 0 0 0 1 0 2 1 +1
Carrarese 3 1 1 0 0 1 0 0 0 0 0 2 0 +2
Frosinone 3 2 1 0 1 1 0 0 0 0 1 3 3 0
Triestina 3 2 1 0 1 1 0 0 0 0 1 3 3 0
ANDRIA 1 2 0 1 1 0 0 1 0 1 0 0 1 -1
Feralpisalò 1 2 0 1 1 0 1 0 0 0 1 0 1 -1
Latina 1 2 0 1 1 0 1 0 0 0 1 1 2 -1
Spezia 1 2 0 1 1 0 1 0 0 0 1 2 3 -1
Sudtirol 1 2 0 1 1 0 0 1 0 1 0 1 2 -1
Bassano 0 2 0 0 2 0 0 1 0 0 1 0 2 -3
Portogruaro 0 2 0 0 2 0 0 1 0 0 1 0 2 -2
Prato 0 2 0 0 2 0 0 2 0 0 1 2 4 -4
Piacenza* -1 2 1 0 2 0 0 2 1 0 0 2 2 0
Cremonese* -3 1 1 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 +1

Cremonese e Carrarese una partita in meno

 

Prossimo Turno

3a Giornata Andata

18.09.2011 15:00 Barletta v Andria
18.09.2011 15:00 Cremonese v Bassano
18.09.2011 15:00 Latina v Pergocrema
18.09.2011 15:00 Portogruaro v Carrarese
18.09.2011 15:00 Prato v V.Lanciano
18.09.2011 15:00 Spezia v Piacenza
18.09.2011 15:00 Sudtirol v Frosinone
18.09.2011 15:00 Trapani v Feralpisalò
18.09.2011 15:00 Triestina v Siracusa